Tra sport e fashion: la polo e i suoi abbinamenti per lui e lei

Si è rapidamente affermata come un capo d’abbigliamento universalmente amato e indossato – ma la polo ha origini antiche. Nel 1818, Henry Sands Brooks aprì un piccolo negozio d’abbigliamento a Manhattan: qualche anno dopo, in un viaggio di lavoro in Inghilterra, Brooks notò il classico colletto sulla divisa dei giocatori di polo e decise di applicarlo alle sue camicie, creando così la polo shirt.

Successivamente, Renè Lacoste indossò il primo modello di polo t-shirt nel 1926 e a rivoluzionò per sempre la storia dell’abbigliamento, creando un indumento popolarizzato dal caratteristico coccodrillo Lacoste e, da semplice indumento sportivo, divenne una colonna portante nel mondo della moda.

Nel tempo, la polo è stata indossata da personaggi celebri quali il Principe Carlo e Lady Diana, Kate Middleton, Emma Stone, Karolina Kurkova, Frank Sinatra e Clint Eastwood – un’alternativa casual e unisex alla camicia, connotazione di uno stile che unisce sport ed eleganza, diventando icona del look informale.

La polo da uomo è facilmente abbinabile in combinazioni adatte a tutte le età, con jeans e pantaloni in lino o cotone e addirittura bermuda – la scelta consigliata nei mesi estivi, abbinata a scarpe da barca, in pelle, camoscio o espadrillas. Per il giorno meglio virare su polo bianche o colorate, con fantasie, loghi e scritte; per la sera sono preferibili tonalità più fredde come il blu o fantasie a righe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *