Quando Diesel lanciò il primo negozio fake ufficiale

Correva l’anno 2018 e nel quartiere Chinatown di New York, tra le vetrine di Canal Street, patria da sempre della contraffazione, sorgeva una nuova insegna: Deisel.

Un nuovo negozio fake? La risposta è si ma direttamente creato da Diesel.

Il brand veneto di Renzo Rosso aveva deciso di implementare una strategia marketing del tutto innovativa, aprendo le porte di un negozio fasullo che ospitava però capi realmente disponibili alla vendita. I clienti che in quei giorni hanno acquistato presso quel negozio erano convinti di aver comprato capi contraffatti ma in realtà stavano acquistando una collezione originale Diesel a prezzi da marcato.

Perché questa strategia di marketing?

Non è un caso che questa iniziativa sia avvenuta durante il periodo della New York Fashion Week, dove tutti i riflettori del mondo sono puntati sulla Grande Mela. Diesel voleva lanciare un messaggio: è possibile fare grandi acquisti anche solo con pochi euro in tasca. Un inno a chi sa svincolarsi dallo status social.

Il marchio Diesel

Il brand nasce dalla creatività di Renzo Rosso che fin da giovane mostra la sua attitudine sia al mondo tessile che imprenditoriale. È proprio Renzo Rosso che inizia a ideare e cucire i primi jeans che vende ai suoi compagni di scuola. L’idea di Rosso è quella di creare jeans versatili e universali, da qui la scelta del nome Diesel, un nome che potesse essere riconosciuto facilmente in tutto il mondo.

Il successo di questo brand sta in una visione oltre le realtà delle cose, un’apertura verso nuove idee e possibilità. Rompere gli schemi in mondo in cui tutti vogliono essere uguali agli altri.

Su Shooppylove la collezione Diesel con super sconti!

Non fartela scappare!

Seguici anche sui nostri social

FACEBOOK|INSTAGRAM